PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Casa del Popolo “Edmondo De Amicis”, detta “Il Camerone”, Forlì

La Casa del Popolo “Edmondo De Amicis” è una delle più antiche del forlivese, fondata nel 1908 dai militanti socialisti del popolare rione cicorstante. Ben presto nota come “Il Camerone” per le sue ampie dimensioni, la Casa del Popolo ospita un Circolo socialista, locali per lo svolgimento del gioco delle bocce e le feste danzanti ed è teatro di corsi di alfabetizzazione.
Con la scissione del 1921, la maggioranza degli iscritti del Circolo aderisce al PcdI. Il “Camerone” ospita i i primi congressi del neonato Partito ma ben presto è presa di mira dagli squadristi. Nel settembre 1922 circa 300 fascisti tentano di bruciare il locale ma vengono respinti dopo una intensissima battaglia a colpi di fucile e bombe a mano. Di lì a poco, tuttavia, il locale viene chiuso.
Dopo la liberazione, la struttura ritorna ben presto ad essere un centro della socialità del territorio: feste e veglioni, gioco delle bocce, le prime trasmissioni televisive e, successivamente, rappresentazioni teatrali e cineforum organizzati in collaborazione con l'ARCI. A fianco degli aspetti ludico-ricreativi, ovviamente, vi sono quelli sociali: corsi di alfabetizzazione, conferenze e iniziative culturali.
La struttura conosce un ulteriore rilancio dagli anni '60 – dopo la demolizione dell'edificio originario e lo spostamento nei locali di un vicino condominio – quando viene scelta come sede del locale Comitato Italia-Vietnam. Anche sulla base dell'esperienza della mobilitazione contro la guerra in Indocina, che avvicina militanti comunisti, giovani studenti e cattolici di base, nei primi anni '70 la sezione comunista conosce un balzo in avanti e, ribattezzata “Ho Chi Minh” si afferma come uno dei collettori delle energie e delle forze nuove emerse dalla stagione dei Movimenti.