PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Casa del popolo San Damaso, Modena

Nel 1945 i partiti comunista e socialista e la Camera del Lavoro occuparono la Casa del fascio costruita con la manodopera obbligatoria durante il fascismo (1934) e la trasformarono in Casa del popolo. L’occupazione voleva simboleggiare un risarcimento per il lavoro imposto durante il periodo fascista e un riscatto per la vecchia Casa del popolo, risalente al 1908, distrutta dalle camicie nere. Nel 1954 le forze dell’ordine e alcuni membri del Movimento sociale italiano (MSI) orchestrarono un violento sfratto. Venne allora formata la Cooperativa immobiliare “Casa del Popolo”, che raccolse denaro e materiale per la costruzione della nuova sede.