PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Casa di Ada Vincenzi, Modena

Ada Vincenzi, ostetrica, dal 1943 iscritta al partito comunista, mise a disposizione la sua casa, sita in Viale Reiter (in seguito Via Ricci, 84), come centro di raccolta per i militanti e simpatizzanti socialisti e comunisti, che vi tennero numerose riunioni durante la Seconda guerra mondiale. L’abitazione dal 1943 funse da rifugio per fuggitivi e partigiani, con la complicità della madre, del padre e del custode dell’adiacente liceo Tassoni. Negli ultimi mesi di guerra, divenne la sede operativa della federazione comunista modenese.