PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Centro Loris Malaguzzi

Situato nella prima zona industriale di Reggio Emilia, adiacente alle ex Officine Reggiane, il Centro Loris Malaguzzi sorge nell'area che prima ospitava lo storico stabilimento Locatelli. L'edificio venne acquistato dal comune di Reggio Emilia nel 1998, con l'obiettivo di realizzare il "Centro Internazionale della cultura e della creatività dei bambini e delle bambine - Loris Malaguzzi”.

Dopo una lunga ristrutturazione, il Centro, inaugurato e attivo dal 2006, è diventato negli anni un importante luogo di ricerca e formazione sui processi educativi e sui diritti dell'infanzia. Nel 2011 è stata ufficialmente ultimata l'intera struttura composta da diversi progetti: centro di documentazione e ricerca, atelier, zone espositive, laboratorio teatrale, libreria, una scuola d'infanzia e una primaria. Il centro è anche sede di Reggio Children che ne possiede la gestione insieme all'Istituzione Scuole e Nidi d'infanzia. L'intero progetto è figlio dell'attenzione che Reggio Emilia ha dedicato al tema dell'educazione e dell'infanzia, sin dall'inizio del XX secolo.

Nel 1913 venne aperta in città, grazie all'impegno del sindaco socialista Luigi Roversi, la prima scuola comunale dell'infanzia reggiana. Una tendenza destinata a riprendere vita solo nel secondo dopoguerra con la creazione degli “Asili del Popolo”, gestiti dall'UDI (Unione Donne Italiane), che in breve arrivò ad organizzare ben 60 scuole materne in tutta la provincia di Reggio Emilia. Nel 1963 l'Amministrazione, guidata dal sindaco comunista Renzo Bonazzi, inaugurò la prima scuola dell'infanzia comunale dell'era repubblicana, a cui ne seguirono diverse altre.

L'organizzazione di una rete di scuole d'infanzia comunali vide il contributo di Loris Malaguzzi, nel ruolo di coordinatore pedagogico. Anche grazie a Malaguzzi Reggio Emilia, negli anni, divenne luogo di un ricco dibattito sull'educazione e l’infanzia; la vivacità del dibattito e le illuminate scelte politiche portarono, nel decennio successivo, alla creazione anche degli asili nido comunali (1971). Così, dal finire degli anni Settanta, la maggioranza delle scuole dell'infanzia e degli asili nido nella provincia reggiana sono sotto la diretta gestione del Comune. Questo progetto educativo, famoso nel mondo, ebbe dunque molteplici protagonisti: l'UDI, l’amministrazione guidata dal sindaco Renzo Bonazzi e composta da figure di spicco impegnate nella realizzazione di quello che è, ancora oggi, per Reggio Emilia, un patrimonio preziosissimo, e infine Loris Malaguzzi, che ha offerto il ricco bagaglio pedagogico su cui le scuole dell’infanzia e i nidi comunali hanno costruito la loro specificità.