PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Circolo del cinema «F. Pasinetti», Modena

Il circolo del cinema «Pasinetti» fu progettato e finanziato dal Partito comunista. Dal 1951 al 1954 organizzò rassegne di cinematografia con film ungheresi, cecoslovacchi, sovietici e dibattiti sul tema della censura. Gli organizzatori tentarono di caratterizzarlo come un centro privo di una specifica impronta politica. Dal 1952 si aprì la direzione del circolo anche a cattolici, socialdemocratici, socialisti e indipendenti. Nel 1953 contava 500 soci, tra cui molti insegnanti, giornalisti, studenti. Dalla fine del 1953 subì il boicottaggio dei gestori delle sale cinematografiche, che temevano di incorrere in sanzioni per aver ospitato proiezioni sprovviste del visto di censura. Il circolo fu così costretto a spostarsi in periferia, perdendo molti iscritti, e fu chiuso del 1955.