PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

L'acquedotto

Nelle elezioni comunali del 1951 il PCI di Portomaggiore (come accadde anche in altri comuni del Ferrarese) si presentò alle elezioni con un simbolo inedito: quello dell’acquedotto. Vinte le elezioni e formata una giunta con il PSI – a guida del comunista Umberto Rinaldi – la nuova amministrazione di Portomaggiore e quella di Argenta (guidata dal comunista Carlo Bolognesi) iniziarono un’attività massiccia per ottenere la costruzione degli acquedotti. Ci furono anche momenti di alta tensione con la Celere, ma nel 1954 iniziarono finalmente i lavori.