PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Mezzano, Teatro Italia

Costruito nel 1920 ad opera della Cooperativa Agricola Braccianti di Mezzano, il teatro fu sede del congresso provinciale comunista del 4 dicembre 1921. Il borgo di Mezzano è considerato uno dei luoghi centrali del nascente comunismo ravennate, grazie anche alle figure di Rodolfo Salvagiani e Giuseppe Mazzotti, delegati per la mozione scissionista al congresso di Livorno. Per la sua altissima adesione – quasi unanime in molte sezioni – al nuovo partito, Mezzano fu designata come sede della prima Federazione provinciale. Dopo lunghi anni di attività come teatro e sala cinematografica, l’edificio è ora in stato di abbandono.

Riferimenti bibliografici:

  • I compagni di Ravenna. Episodi di lotta, testimonianze, storia delle organizzazioni, studi e documenti, a cura di Luciano Casali e Gianni Giadresco, Imola, Galeati, 1972
  • Andrea Casadio, Enrica Cavina, Elena Rambaldi, Mezzano nel '900. Storia di Ammonite, Borgo Anime, Borgo Masotti, Camerlona, Conventello, Glorie, Grattacoppa, Mezzano, S. Antonio, Savarna, Torri, Cesena, Il Ponte Vecchio, 2004