PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Migliarina, Carpi

Il 28 settembre 1930 si tenne a Migliarina di Carpi un congresso clandestino della gioventù comunista, con una trentina di delegati da diverse realtà produttive della provincia. Per il 25 febbraio 1931 venne organizzata una mobilitazione di circa 700 braccianti e disoccupati al grido di «pane e lavoro». Nonostante numerosi arresti e perquisizioni, continuò la distribuzione di volantini e di copie de “L’Unità”. Dall’inizio degli anni Trenta, per un certo periodo, l’intero apparato clandestino della federazione provinciale si trasferì di fatto nel carpigiano