PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

RIMINI, Casa del popolo di Ghetto Turco

In uno dei ghetti più rossi di Rimini, di estrazione operaia e marinaia, alla fine degli anni ’40, sulla spinta di due dirigenti comunisti locali, Paolo Giannini, gestore di un negozio di generi alimentari, e Renato Montebelli, muratore, venne costituita la cooperativa ed acquistato il terreno in cui si realizzò la prima Casa del popolo. Era un immobile ad un piano, realizzato interamente con il lavoro di decine di militanti volontari, in cui si allestì un circolo ricreativo, con a fianco campi per il gioco delle bocce. Al suo interno trovò spazio la Sezione del PCI locale di cui Giannini e Montebelli furono segretari per anni, alternandosi l’uno all’altro con la direzione della cooperativa.

Nella seconda metà degli anni ’70 si realizzò un secondo piano per una sala riunione, la sede della Sezione e un appartamento per il gestore del bar. Dal 1991 qui continuò ad essere ospitata la sede del PDS, dei DS e, ancor oggi, del PD.

I Soci della Cooperativa, assieme ai militanti del PD, nel 2009 vollero onorare il partigiano Presidente Sandro Pertini con la realizzazione di un busto da porre nei giardini comunali di Ghetto Turco. Esso venne inaugurato il 25 luglio 2009, con la presenza di Carla Voltolini, vedova di Pertini.