PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

RIMINI, Vecchia Fiera. XX° e ultimo Congresso PCI

Dall’annuncio di Occhetto alla sezione della Bolognina, sino al cambio di nome del PCI in PDS al XX° Congresso di Rimini, trascorrono 14 mesi, di dibattito tormentato e confronti laceranti e tempestosi.

L’ultimo Congresso del PCI si tenne a Rimini dal 31 gennaio al 3 febbraio 1991, nei vecchi padiglioni della Fiera (oggi abbattuti per fare spazio al nuovo Centro Congressi), in Via della Fiera. L’allestimento venne curato dall’arch. Silvio De Ponte.

Oltre 1.500 i giornalisti accreditati, da tutto il mondo. I delegati furono 1.569 (di cui 310 esterni), 1.200 invitati, 200 dal Comitato Centrale, 250 dalle Mozioni e 250 dalle organizzazioni di massa, 1.200 invitati tra esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo, della imprenditoria, 200 rappresentanti delle forze politiche italiane, 390 presenze internazionali, quasi 1.000 tra parlamentari, esponenti del Comitato Centrale, veterani ed esponenti della FGCI. Per un totale di oltre 6.500 persone.

Al funzionamento del Congresso lavorarono a tempo pieno 600 militanti volontari (500 della Federazione riminese e del regionale dell’Emilia-Romagna, 100 inviati dalla Direzione nazionale).