PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Sacrario dei caduti partigiani in Piazza Nettuno

Nel 1944 i fascisti esposero i cadaveri di alcuni antifascisti sullo spiazzo tra Palazzo D'Accursio e la Fontana del Nettuno. Chiamarono quel luogo "posto di ristoro dei partigiani". Dopo la Liberazione numerosi cittadini vi portarono fiori e fotografie dei caduti della Resistenza, spingendo l'amministrazione comunale a dar vita a un Sacrario che, per il PCI bolognese, è stato punto di riferimento per tante manifestazioni antifasciste e legate alla memoria della guerra contro i nazifascisti.