PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Sala della cultura, c/o Palazzo dei Musei (Modena)

Nel 1958 l’amministrazione comunale ristrutturò gli spazi del Palazzo dei Musei, nel cuore della città, per permettere l’apertura di una sala per concerti, conferenze, mostre, proiezioni cinematografiche: la “sala di cultura”, che rimarrà a lungo un luogo centrale della vita culturale modenese. Si trattava di uno spazio nuovo, che permetteva di svincolare la cultura dai tradizionali circoli borghesi. Nel 1968, sull’onda delle contestazioni, ospitò numerose assemblee e manifestazioni di giovani e studenti.