PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Sessantotto

Il '68 come movimento e fenomeno è anticipato da una serie di vicende, dal conflitto indocinese alla Rivoluzione culturale cinese all'azione dei guerriglieri nel Terzo Mondo, all'inizio della mobilitazione degli studenti negli Stati Uniti, Germania, Italia.

Tali avvenimenti raggiungono tuttavia il loro apice nel 1968, anno in cui la mobilitazione divenne un vero e proprio “evento globale“, condiviso da centinaia di milioni di persone in tutto il pianeta. Le morti di Luther King e di Kennedy, la Primavera di Praga, il Maggio francese, provocano reazioni in ogni continente e, allo stesso modo, il taglio assunto dalla contestazione giovanile – nelle idee, negli slogan, nelle parole d'ordine, nelle forme di lotta, perfino negli aspetti di costume – appare globale, con gli studenti accomunati da tutti questi elementi, piuttosto che divisi dalle specificità nazionali, il che, ovviamente, enfatizza anche la matrice generazionale della rivolta.