PARTECIPARE LA DEMOCRAZIA

Stazione centrale di Bologna

Diversi episodi avvenuti alla stazione di Bologna hanno segnato la storia del PCI. Il 18 febbraio 1947 alcuni attivisti presero a sassate un treno carico di profughi istriani, ritenuti fascisti; l'8 dicembre 1965 il sindaco Dozza accolse in stazione il cardinale Giacomo Lercaro di ritorno dal Concilio Vaticano II per riannodare il dialogo con la chiesa bolognese dopo anni di diffidenze; il 2 agosto 1980 l'esplosione di una bomba distrusse parte dello scalo ferroviario e causò la morte di 85 persone: i comunisti e l'intera città reagirono con fermezza alla strage opera di neofascisti.